Cosa dà felicità?
Pensavo:giovinezza,
bellezza,amore…,
ma un’altra felicità
mi sfuggiva,
più dolce, più avvolgente.
E immutabile,
che tutta la mia vita
avrebbe illuminato.
E fu una folgorazione,
accadde quel giorno
quando,per la prima volta,
ti posero sulle mie braccia,
figlio mio.
Ecco ,pensai,d’ora in poi,
la mia vita sarà la sua,
per sempre..
Ma non poteva essere così,
i figli, come le rondini,
quando hanno le ali,
volano lontano,
verso una vita solo loro,
verso obiettivi,
scelte e comportamenti,
che non vogliono condividere,
con una malcelata ritrosia
e un silenzio che escludono.
Ma ecco subito,
liberatoria e rassicurante,
una riflessione: l’affetto e l’attenzione
che posso dare contano di più
di ciò che posso ricevere
e bastano a scaldarmi il cuore.
Sono viva perché nelle mie ansie,
nelle mie attese, nei miei pensieri
c’è questo amore infinito.
E immutabile.
Vivrà con me fino al mio congedo
da tutti, dal mondo.
Virtualmente , quel cordone
non è mai stato reciso.
E chi lo nega,mente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *