6 gennaio 2020

Domani il governo riprendera il suo non facile cammino. Speriamo non perda tempo a discutere su questioni che possono essere risolte brevemente  con l’accordo di tutti. Per esempio il problema della prescrizione. Per stabilire se qualcuno è innocente o colpevole non possono passare anche molto più di dieci anni e quando ormail’episodio motivo del processo è dimenticato e non interessa più nessuno, arriva la prescrizione per cui il colpevole non è più tale e l’innocente non vede affermata la propria estraneità al fatto con una lesione grave dei suoi diritti.  Perchè accade questo? Perchè i magistrati sono in numero insufficiente,( e poi, diciamolo, talvolta la prescrizione è cercata),ma anche perchè, sia pure per reati minimi,sono previsti tre gradi di giudizio.E’ recente il fatto di un tale che aveva rubato una melanzana, è stato sottoposto a tre gradi di giudizio e l’assoluzione è stata pronunciata dalla Cassazione, dopo nove anni dal furto.Quindi va riformato anche tutto il sistema giudiziario. Se il reato è minimo, sia pure con tutte le garanzie del caso,è sufficiente un solo processo e quindi evitare che passino anni e anni prima di arrivare ad una soluzione. Per fare  un altro esempio, questo di enorme gravità, pensiamo al processo per la strage di piazza della Loggia a Brescia. Si è affermato: giustizia è stata fatta! Ma quale giustizia? Un solo colpevole è stato perseguibile, gli altri o sono  morti o sono troppo vecchi per marcire nelle patrie galere. E per i parenti delle vittime? Anche tra loro molti sono morti ed altri hanno dovuto attendere troppo a lungo una parola di giustizia che almeno in parte diminuisse il loro dolore e che invece, per anni e anni ha tormentato la loro vita. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti interessano i miei testi

Contattami su Facebook

M'interessa sentire cosa pensate dei miei pensieri pubblicati in questo blog.

Torna su