Il Papa è stato recentemente in Spagna e lì si è svolta una importante cerimonia religiosa alla sua presenza. Il luogo era una bellissima cattedrale di cui era appena terminato il restauro. Io guardavo interessata e ascoltavo le spigazioni che venivano date sulla storia di quella splendida chiesa.C’erano moltissimi religiosi: cardinali, vescovi,sacerdoti ecredo,data la giovanissima età,anche molti seminaristi. C’era inoltre un pubblico molto selezionato: ambasciatori, ministri, alti funzionari pubblici ed erano presenti anche i reali di Spagna.Notai che non c’erano suore. Esistevano sicuramente madri superiore,religiose a capo di organismi e istituti importanti,impiegate in opere di carità ed altro ancora ma non erano presenti nella cattedrale Però mi sbagliavo perchè ad un tratto entravano sei suorine a passo svelto e con gli occhi bassi. Portavano con sè panni da spolvero. Velocemente cominciarono a pulire e a lucidare il piano di un mobile. le gambe su cui poggiava, le parti laterali .Dopo aver sfregato per bene, stesero sul piano un lungo telo bianco e, sempre velocemente come erano arrivate sparirono dalla porta laterale da cui erano entrate. Ammesso che per misteriose regole religiose,le suore non dovessero essere presenti mi chiesi perchè lo stesso lavoro non fosse stato fatto da sacerdoti o seminaristi. Ma non si scappa,anche nelle cerimonie religiose vige la distinzionie dei ruoli: gli uomini pregano, cantano, assistono con aria solenne al rito, le donne spolverano.

 

 

 

 

2 commenti su “Discriminazioni sessiste anche nelle cerimonie religiose”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti interessano i miei testi

Contattami su Facebook

M'interessa sentire cosa pensate dei miei pensieri pubblicati in questo blog.

Torna su